Dal 1 gennaio 2016 il Comune di Darè si è fuso nel Comune di Porte di Rendena

Tecnico

di Giovedì, 07 Novembre 2013 - Ultima modifica: Mercoledì, 10 Giugno 2015

Questa Amministrazione a seguito della convenzione stipulata con i Comuni di Villa Rendena e Vigo Rendena in riferimento alla deliberazione consiliare n.10 dd. 27/05/2014, si avvale a decorrere dal 01/06/2014 dell’opera di un assistente tecnico in servizio presso il Comune di Villa Rendena (capoconvenzione), per lo svolgimento di tutte le operazioni necessarie alla formazione delle pratiche di natura tecnico – amministrativo riferiti all’edilizia privata, sia ai compiti connessi alle opere pubbliche, collaborando con gli organi e con gli uffici di Darè per quanto necessario. 

Al tecnico in convenzione non viene attribuita nessuna risorsa in quanto compete al Segretario comunale la gestione del patrimonio e il settore dei lavori pubblici.

Telefono segreteria
0465 801057
Fax
0465 800242
Orario per il pubblico
martedì 8:30 - 12:30
giovedì 8:30 - 12:30
Competenze

Rientrano nei compiti dell’ufficio tecnico in convenzione i settori dell’edilizia e dell’urbanistica, ed in particolare: (solo qualora espressamente delegato dal Sindaco li sottoscrive).

Nel settore dell’edilizia e dell’urbanistica, provvede all’istruttoria in materia di: 

  • concessioni edilizie, S.C.I.A.,  nonché autorizzazioni paesaggistiche di competenza comunale;
  • vigilanza edilizia ed irrogazione delle sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente in materia di repressione dell’abusivismo edilizio ivi compresa l’adozione di tutti i provvedimenti di sospensione dei lavori, abbattimento e rimessa in pristino di competenza comunale;
  • determinazione del contributo di concessione e verifica dei casi di esenzione nonché determinazione del rimborso dei contributi pagati nei casi previsti dalle norme vigenti in materia;
  • predispone le convenzioni previste per esenzione totale o parziale del contributo di concessione;
  • autorizzazioni allo scarico in fognatura, nel suolo e sottosuolo, autorizzazioni all’allacciamento acquedotto comunale e  autorizzazioni passo carraio e quelle al deposito di materiale inerte;
  • inconvenienti generali di natura igienico-sanitaria: Testo Unico Legge Sanitarie R.D. n. 1265/34, Testo Unico delle Leggi Provinciali in tutela dell’ambiente dall’inquinamento: provvedimenti ordinatori, diffide, ordini di ripristino;
  • certificati di destinazione urbanistica ed ogni altra attestazione, certificazione, comunicazione costituente manifestazione di giudizio o di conoscenza relative al settore;
  • certificati di abitabilità e agibilità;
  • provvedimenti di conformità urbanistica di opere pubbliche.

Provvede altresì all’istruttoria in merito:

  • Dichiarazione di inabitabilità: testo Unico Leggi Sanitarie R.D. n. 1265/34, regolamento edilizio comunale: certificato di inidoneità;
  • Idoneità alloggio per extra comunitari: legge 06.03.1998 n. 40 disciplina dell’emigrazione e norme sulle condizioni dello straniero: certificato di idoneità;
  • Certificato di abitabilità: D.P.R. 22/04/1994 n. 425 regolamento autorizzazione all’abitabilità, art. 43 D.P.R. 223/89, regolamento edilizio comunale, L.P. 07/01/1991 n. 1 “sulle barriere architettoniche”: dichiarazione di abitabilità;
  • Tutela utenza idriche – impianti natatori: D.Lgs. 11.05.1999 n. 152 recanti disposizioni sulla tutela delle acque dall’inquinamento, normativa igienico sanitaria in tema di balneazione: provvedimenti ordinatori e di ripristino;
  • Inquinamento acustico: legge 26.10.1995 n. 447 sull’inquinamento acustico ed attinente legislazione tecnica, L.P. 11.09.1998 n. 10 autorizzazione in deroga, atti ordinatori;
  • Depositi non autorizzati di materiale: Testo Unico delle Leggi Provinciali in materia di tutela degli ambienti dagli inquinamenti, D.Lgs. 05.02.1997 n. 22 sui rifiuti ed imballaggi, Legge 09.12.1998 n. 426 interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati; ordine di rimozione, autorizzazione alla messa in sicurezza o bonifica e/o ripristino ambientale ed atti ordinatori;
  • Messa in sicurezza e bonifica siti inquinati diversi dagli ex industriali: art. 17 D.Lgs. 22/97 e Decreto Interministeriale recante il regolamento suo nuovi criteri di bonifica delle aree inquinate pubblicato su supplemento ordinario n. 218 Gazzetta Ufficiale 15.12.1999: autorizzazione alla messa in sicurezza e/o bonifica e/o ripristino ambientale ed atti ordinatori;
  • Centri di rottamazione: Testo Unico delle Leggi Provinciali in tema di tutela dell’ambiente dagli inquinamenti, D.Lgs. 05.02.1997 n. 22 sui rifiuti ed imballaggi, Legge 09.12.1998 n. 426 sugli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati, Decreto Interministeriale recante il regolamento suo nuovi criteri di bonifica delle aree inquinate; rilascio autorizzazioni ed atti ordinatori;
  • Dichiarazioni inerenti la tipologia di intervento da effettuarsi negli edifici soggetti ad opera edilizia ai fini dell’applicazione dell’aliquota IVA agevolata.
  • Autorizzazione allo scarico e quelle al deposito di materiale inerte. 
Cerca

Riferibili a Tecnico